Polmonite da Covid, nasce la startup: la diagnosi applica l’IA alle immagini ecografiche

Polmonite da Covid, nasce la startup: la diagnosi applica l’IA alle immagini ecografiche

Rivoluzionare il mondo della diagnostica, creando soluzioni tecnologiche portatili, convenienti ed efficienti. Un obiettivo reso ancora più urgente dalla drammatica situazione pandemica. 

Il progetto Iclus

Ed è proprio la combinazione di questi due momenti che ha spinto l’Università di Trento a dare vita, durante l’emergenza sanitaria, al progetto Iclus (Italian Covid-19 Lung Ultrasound).
Tale progetto prevedeva lo sviluppo di un sistema di diagnosi, monitoraggio e refertazione automatica di pazienti con polmonite da Covid-19, utilizzando tecniche di intelligenza artificiale applicate all’analisi di immagini ecografiche.

Una catena di vittorie

Grazie all’impiego di algoritmi di Deep Learning sulle ecografie polmonari, il team del laboratorio di ultrasonografia dell’Università di Trento è riuscito a sviluppare il primo sistema al mondo per il monitoraggio di questa malattia. 

Con il contributo di un’azienda specializzata nello sviluppo di soluzioni di IA, il protocollo è stato ingegnerizzato e pubblicato su un portale, dove è disponibile ai medici di tutto il mondo.

Il progetto, che ha riscosso un largo successo, ha segnato la nascita dell’innovativa startup UltraAI, finanziata anche dall’Eit Digital, l’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia.

Fonte: ANSA

Potrebbe interessarti anche: Una nuova legge sull’attrito per mani robotiche dalla presa sicura

Rimani aggiornato sulle ultime news del mondo dell’Engineering, segui ItalianIngenio su Facebook!