Milano: polo di eccellenza per la ricerca sull’intelligenza artificiale

Milano: polo di eccellenza per la ricerca sull’intelligenza artificiale

Gli atenei Bocconi, Università Statale di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca e Politecnico di Milano hanno collaborato per costituire a Milano un polo di eccellenza per la ricerca e la formazione nell’ambito dell’intelligenza artificiale e del machine learning.

E sono quindi diventati una delle unit di ELLIS (European Laboratory for Learning and Intelligent Systems).

La mission di ELLIS

ELLIS è un’associazione nata nel 2018 per riunire i migliori scienziati e accademici europei di intelligenza artificiale. L’associazione ha lo scopo di promuovere a livello continentale lo sviluppo scientifico su questo tema. 

Prestigio e obiettivi

La nuova unit milanese contribuirà a rendere il capoluogo lombardo uno dei maggiori poli scientifici europei, soddisfacendo gli stimoli avanzati dal Piano di Ripresa e Resilienza per il rilancio nazionale.

Le linee di ricerca

La ricerca si sviluppa su quattro indirizzi:
– il machine learning interattivo, che indaga l’interazione di un algoritmo con l’ambiente,
– le reti neuronali e il deep learning,
– la salute e la biologia computazionale, che applica l’AI alla medicina,
– l’uso dell’AI per analizzare ed elaborare il linguaggio naturale.

Collaborazione per lo sviluppo

Come sottolinea il rettore del Politecnico, Ferruccio Resta, si tratta di una grande responsabilità per le università citate, poiché queste ricerche avranno importanti ripercussioni sul fronte economico e sociale. “Unire le migliori risorse accademiche e fare di Milano un polo di eccellenza è un dovere che abbiamo nei confronti dello sviluppo […] del Paese e del sistema universitario”.
E, ancora una volta, interazione e collaborazione si dimostrano le strategie vincenti per procedere verso un futuro promettente.  

Fonte: polimi.it

Potrebbe interessarti anche: L’hi-tech vola, in Italia superata quota 6 mld di euro

Rimani aggiornato sulle ultime news del mondo dell’Engineering, segui ItalianIngenio su LinkedIn!