Che cos’è la meccatronica? Da dove nasce questa disciplina?

Che cos’è la meccatronica? Da dove nasce questa disciplina?

La meccatronica, disciplina nata negli ultimi anni, serve per aumentare l’efficienza produttiva.

Anzitutto, cos’è la meccatronica?

La meccatronica nasce dal bisogno di uniformità e conoscenza definita di diversi ambiti, i quali si uniscono tra sistemi di controllo del movimento, simulazione, fino anche alla prototipazione per migliorare i sistemi meccanici. In particolare, si occupa prevalentemente di Motion Control così da rendere i macchinari il più autonomi possibile.

Come branca interdisciplinare della tecnologia, la meccatronica permette l’integrazione di sistemi meramente meccanici con componenti elettronici e vuole realizzare e perfezionare sistemi di controllo automatico, attraverso l’utilizzo di software di sviluppo e centraline elettroniche; non a caso, il suo nome nasce dalla combinazione delle parole meccanica ed elettronica.

Quando nasce la meccatronica, e con quale obiettivo?

Questa disciplina ha origini molto recenti, il nome è stato inventato infatti negli anni ’70 in Giappone, alla Yaskawa Electric Corporation, azienda specializzata proprio in motori elettrici e azionamenti per l’automazione industriale.

L’obiettivo della meccatronica è semplificare (se non sostituire) il lavoro umano e aumentare l’efficienza produttiva delle imprese. I suoi principali campi di applicazione sono la robotica, l’automazione industriale e la biomeccatronica.

Potrebbe interessarti anche: Automazione Flessibile

Come si sviluppa questa branca dell’ingegneria? Cosa fa un ingegnere meccatronico?

L’ingegneria meccatronica deriva da una fusione di meccanica, elettronica ed informatica ed è spesso definita anche ingegneria dell’automazione. Attualmente in Italia esistono diversi politecnici che offrono corsi sia triennali che magistrali in questo campo, per scoprirli tutti, visita questa pagina.

cosa è meccatronica

Lo studio della meccatronica, grazie alle tecnologie più avanzate, permette di creare maggiore sicurezza, nuove opportunità nell’ottica dell’Industria 4.0, un miglioramento delle condizioni di lavoro e una revisione dei processi interni. Le tecnologie meccatroniche sono sempre più richieste dal mercato, grazie all’estrema versatilità del loro ambito di applicazione; inoltre, si diffonde la tendenza ad integrare sistemi meccanici ed elettronici in un unico prodotto governato da un sistema di controllo.

L’ingegnere meccatronico opera generalmente nell’ambito di aziende che realizzano componenti e soluzioni destinate ai produttori di macchine automatiche con lo scopo di limitare l’intervento dell’uomo.

La figura è ancora poco definita: si tratta infatti di un ruolo complesso, dove il perito meccatronico riesce a relazionare i sistemi elettronici, meccanici ed informatici; pertanto, uno dei più evidenti campi di applicazione di questi studi è la robotica. 

Vuoi restare aggiornato sul mondo della meccatronica? Segui Italianingenio sui social! Ci trovi su Linkedin e Facebook!