Macchinari: nel 2021 è crescita impetuosa per packaging, ceramica e plastica

Macchinari: nel 2021 è crescita impetuosa per packaging, ceramica e plastica

La risalita dei mercati globali fa da trampolino per l’impiantistica italiana. I settori del packaging, della gomma/plastica e delle macchine per ceramica hanno infatti raggiunto risultati da record nel corso del 2021.

Focus sul packaging

La tenuta del comparto alimentare e la nuova domanda dell’industria farmaceutica hanno notevolmente favorito il successo dell’area del packaging. I ricavi salgono dell’8% a 8,43 miliardi, superando il precedente massimo del 2019, anche grazie a una fervente richiesta nazionale.

La produzione garantita dagli ordini acquisiti vale sette mesi. Ma l’ottimismo della situazione potrebbe essere compromesso dalle tensioni di mercato, si legga (principalmente) dai nodi dei prezzi e dalla carenza di materie prime e componenti.

Plastica, ritorno al livello pre-Covid

Si avvicina al livello pre-pandemico il settore delle macchine per gomma/plastica, che a fine anno arriverà a quota 4,35 miliardi, con un carnet di ordini che garantisce un semestre di produzione. Ma anche in questo ambito a preoccupare è l’andamento delle catene di distribuzione.

Secondo le previsioni di Amaplast, l’inclinazione alla flessibilità e all’innovazione del settore permetterà comunque il superamento dei livelli pre-crisi entro il 2022.

Per la ceramica sorpassati i 2 mld

Difficile invece per i costruttori italiani di macchine e attrezzature per la ceramica replicare nell’anno venturo il risultato di quello corrente. La crescita del 45%, che, con 2,14 miliardi di euro, avvicina la produzione al record storico del 2017, rischia di essere pesantemente indebolita dal preoccupante innalzamento (30%) dei costi di produzione.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Potrebbe interessarti anche: Padiglione Italia: il tricolore conquista Expo 2020 Dubai

Rimani aggiornato sulle ultime news del mondo dell’Engineering, segui ItalianIngenio su LinkedIn!