L’hi-tech vola, in Italia superata quota 6 mld di euro

L’hi-tech vola, in Italia superata quota 6 mld di euro

Il settore dell’hi-tech non frena la sua crescita. La vendita di dispositivi tecnologici in Italia continua infatti a riportare dati positivi, in una scalata da record.

Crescita dell’8,4% sul 2020

Osservando le ultime stime della società di analisi GfK, il fatturato del settore ha toccato quota 6,1 miliardi di euro nei primi nove mesi del 2021. Si tratta di un incremento dell’8,4% rispetto al 2020.
E la percentuale avrebbe potuto essere maggiore se la crisi dei chip non avesse rallentato la crescita nel terzo trimestre dell’anno.

Lockdown trainatore della transizione

Non è difficile comprendere le cause all’origine di questi risultati. Il processo di trasformazione digitale del Paese è stato notevolmente indotto dalle necessità scaturite nei periodi di lockdown: smart working e didattica a distanza in primis. 

I dati della domanda

In particolar modo, i consumatori fanno richiesta di monitor e componenti hardware, rispettivamente al +31,7% e al +23,7%. Seguono elettrodomestici (+19%), computer portatili (+14,5%) e telefonia (+11,1%).
Inoltre, switch off e
incentivi hanno fatto segnare un andamento positivo anche al settore dei televisori, +12,7%.
Il solo ambito in calo risulta essere quello dei servizi, in decrescita al -6,5%.

Ora, l’approssimarsi di Black Friday e Cyber Monday contribuirà significativamente a confermare i dati dei primi tre trimestri del 2021, se non addirittura a superarli.

Fonte: Ansa

Potrebbe interessarti anche: Il 5G abbatte le emissioni, ma l’Europa rischia il ritardo

Rimani aggiornato sulle ultime news del mondo dell’Engineering, segui ItalianIngenio su Facebook!