La Spagna finanzia e celebra il primo impianto siderurgico a emissioni zero

La Spagna finanzia e celebra il primo impianto siderurgico a emissioni zero

Il colosso industriale ArcelorMittal ha annunciato che lo stabilimento di Sestao diventerà il primo impianto siderurgico su vasta scala a zero emissioni di carbonio.

L’accordo col governo spagnolo

La risoluzione è il frutto di un memorandum d’intesa firmato con il governo spagnolo, che si concretizzerà con un investimento di 1 miliardo di euro.

Tale somma consentirà la costruzione di un impianto per la riduzione diretta del minerale di ferro (DRI) con idrogeno verde e di un forno elettrico ad arco (EAF).

Capacità produttiva

L’impianto avrà la capacità di produrre 2.3 milioni di tonnellate all’anno per la fabbricazione di prodotti piani in acciaio per i settori automobilistico, edile e industriale.
Il forno avrà invece una capacità produttiva pari a 1.1 milioni di tonnellate.

I tempi della transizione

L’investimento andrà a ridurre le emissioni di carbonio nello stabilimento fino a 4.8 milioni di tonnellate, circa il 50% delle emissioni, nei prossimi cinque anni.

L’impianto per la riduzione diretta del minerale ferroso e il forno elettrico ad arco entreranno in funzione entro la fine del 2025. Essi daranno una netta accelerata al processo di transizione dello stabilimento verso un’impronta di carbonio significativamente inferiore.

Supporto per idrogeno accessibile

L’installazione dell’impianto DRI permetterà ad ArcelorMittal Sestao di diventare la prima acciaieria al mondo a zero emissioni di carbonio nell’intero processo produttivo, grazie all’impiego di idrogeno verde ed elettricità da fonti rinnovabili.

La buona riuscita del piano dipenderà quindi dalla creazione di una rete di collaborazioni volta ad assicurare una fornitura di idrogeno su larga scala a prezzi accessibili.

Il buon esempio

Da grande emettitore, l’industria siderurgica può e deve dare un contributo strategico per il raggiungimento della decarbonizzazione entro il 2050.

Il progetto di ArcelorMittal nelle Asturie rappresenta sicuramente un’anticipazione valente di tale dinamica, che rende questo territorio un polo mondiale di crescita sostenibile e inclusiva.

Fonti: Cadena SER, SteelOrbis

Potrebbe interessarti anche: “Cuore Mediterraneo”: le spiagge italiane diventano palchi per il riciclo dell’acciaio

Rimani sempre aggiornato sulle ultime news del mondo della lamiera, le sue lavorazioni e mercato. Segui ItalianIngenio su LinkedIn!