Elettroshock in arrivo per il settore auto?

Elettroshock in arrivo per il settore auto?

Sarà un Elettroshock per il settore auto? Può essere. A cosa serve infatti un filtro per il gasolio o per la benzina se questi carburanti scompaiono per lasciare spazio a una batteria? Il passaggio ai motori elettrici rischia di travolgere intere filiere della componentistica automotive. Si calcola che un terzo dei produttori di componenti tradizionali preveda danni per il proprio business anche se, cercando di orientarsi tra sistemi di raffreddamento per batterie e power train elettrici per moto, molti di loro sono già al lavoro in una profonda opera di diversificazione.

Nei piani a medio termine delle aziende il motore termico esiste ancora: non ci sarà una scomparsa repentina e soprattutto non accadrà nello stesso momento in tutti i mercati. Alcune motorizzazioni resisteranno anche accoppiate ad un motore elettrico in quelle che vengono definite le motorizzazioni ibride. Certamente la strada dell’elettrico determina conseguenze importanti: interi comparti del settore spariranno. Ma non dall’oggi al domani.

Altre nicchie stanno inoltre per nascere, una piccola miniera di nuove opportunità che parte ad esempio dalla strumentazione di controllo delle batterie che diverrà indispensabile. Inoltre verrà impiegata la termografia e l’intelligenza artificiale necessarie entrambe per poter effettuare controlli e monitoraggio accurato sui punti di saldatura che rientrano fra i punti critici del prodotto.