Come convertire la produzione nella nuova emergenza Covid?

Come convertire la produzione nella nuova emergenza Covid?

L’emergenza Covid19 ha messo in luce un problema comune: la mancanza di alcuni prodotti sul mercato, tra cui disinfettanti, mascherine, farmaci e fino alla carta igienica. In molti sono così intervenuti per convertire la loro produzione, passando da alcolici a disinfettanti, da abbigliamento a camici da ospedale…

Produzione in era Covid: la conversione con Rockwell Automation

Nel periodo del Lockdown le attività si sono ridotte al minimo, con tantissime filiere produttive ferme. Eppure nemmeno in quel momento alcune categorie si sono fermate, anzi, hanno lavorato ancora di più; si pensi al comparto sanitario o alla filiera alimentare, che non hanno mai potuto fermarsi. Questi settori hanno piuttosto sofferto la mancanza di prodotti basilari, come respiratori o disinfettanti.

Per questo molte attività hanno deciso di riconvertire la loro produzione, cercando di rispondere alle necessità del mercato e, allo stesso tempo, di ricominciare a produrre. Questo passaggio però non è stato facile, ma Rockwell ha fornito delle risposte concrete per aiutare al meglio nell’adeguare la produzione oppure ampliarla.

Tecnologia a carrelli indipendenti (ICT) per un movimento preciso

La Tecnologia a carrelli indipendenti (ICT) di Rockwell Automation permette di cambiare prodotti e formati con la semplice pressione di un pulsante, fornendo la possibilità di produrre una varietà di prodotti su un’unica linea.

Grazie a questa tecnologia diventa possibile cambiare il tipo di produzione, anche di massa, per rispondere a diverse esigenze dl mercato allo stesso tempo.

Il sistema ICT si basa sulla propulsione magnetica per controllare il movimento con la massima precisione e soprattutto elimina catene, cinghie ed altre parti che spesso limitano la velocità oppure si inceppano. Il mix di movimento continuo e intermittente, così come la semplice sincronizzazione con i robot, migliora l’efficienza operativa e contribuisce ad una maggiore produttività.

Inoltre, si riduce lo spazio occupato in quanto questo sistema è modulare e permette di riconvertire le macchine più facilmente, come anche di intervenire a livello di integrazione tra diversi macchinari. Per i prodotti più leggeri, si possono raggiungere velocità elevatissime, perché la gestione dei carrelli rende possibile mantenere in posizione prodotti che sarebbero volati via dai nastri trasportatori delle macchine più vecchie.