Come valutare un esoscheletro?

Come valutare un esoscheletro?

MATE di Comau è un esoscheletro formato da tre principali componenti, progettati per dare forza ed equilibrio all’operatore mentre scarica parte del peso dalle braccia alla zona lombare. Si tratta di meccanica passiva, permette di svolgere le operazioni in totale libertà e senza resistenze, ma anzi, rende più fluido e dinamico il movimento, come se fosse una seconda pelle. 

Non servono batterie, motori o altre ricariche, ma si tratta “solo” di meccanica passiva e di un sistema di molle pre-tensionate, 

Forse ti può interessare leggere anche: MATE, l’esoscheletro industriale

Quali sono i parametri per cui un esoscheletro è da ritenere affidabile e sicuro?

Si possono determinare tre categorie principali di valutazione dell’esoscheletro: sicurezza, funzionalità e comfort ed ogni categoria ha diversi parametri da prendere in considerazione.

1) Sicurezza: determinare se il dispositivo è sicuro da usare, valutando:

  • Ingombro del dispositivo: esoscheletri con elevato ingombro aumenteranno la possibilità di avere collisioni con persone o oggetti dell’ambiente circostante all’utente e MATE di Comau ha lo stesso ingombro di un gilet, quindi minimo per l’operatore.
  • Livello di supporto ai muscoli del corpo: se un esoscheletro fornisce un elevato supporto, allo stesso tempo, applicherà una grande quantità di forza al corpo umano. Questo può essere pericoloso quando queste forze sono troppo elevate o vengono applicate troppo a lungo. Grazie al peso del MATE di Comau, solo 4 kg, e alla sua realizzazione che si avvale esclusivamente di meccanica passiva, il peso percepito dall’operatore in fase di indossaggio dell’esoscheletro e di svolgimento della mansione sarà praticamente nullo.

2) Funzionalità: determina quanto bene il dispositivo esegue il suo compito principale.

  • Regolazione del livello di assistenza: possibilità di regolare facilmente l’assistenza fornita dal dispositivo. L’esoscheletro di Comau è proposto in due misure (S/M e L/XL) che si adattano a due macro-tipologie di persone. Ha una forza che è graduabile in sette livelli diversi, a seconda dell’operazione che deve essere fatta e della corporature di chi lo indossa
  • Diminuzione della stanchezza dell’utente
  • Una riduzione nello sforzo muscolare da parte dell’operatore.

MATE riduce in maniera significativa la fatica effettiva e percepita dall’utente e i danni da usura dell’articolazione della spalla: è pensato per chi lavora in fabbrica, ma anche in altri ambiti professionali dove è necessario tenere le braccia sollevate a lungo. Lo scopo è ridurre la fatica e migliorare la qualità del lavoro.

Gli addetti di un impianto potrebbero sicuramente trarre vantaggio da un esoscheletro come il MATE di Comau, riducendo l’incidenza di dolori e problemi posturali. Lo strumento potrebbe essere di aiuto anche per categorie professionali come dentisti, elettricisti, imbianchini, decoratori.  

3) Esoscheletro a vantaggio dell’operatore 

Mediamente, un operatore di catena di montaggio (soprattutto nel settore automotive) solleva le braccia 4.600 volte al giorno. Ovvero, un milione all’anno. Un ritmo tale da assicurare dei disturbi e, se non delle malattie muscolo-scheletriche professionali nel lungo periodo. 

MATE nasce con l’intento di ridurre (se non eliminare) questi disturbi. 

I suoi principali vantaggi sono:

  • Riduzione dello  sforzo muscolare e cardiaco; 
  • Miglioramento della postura, riducendo le malattie professionali; 
  • Miglioramento della qualità della vita dell’operatore, oltre che della sua performance; 
  • Traspirazione e facilità d’uso 
  • Conformità con  tutti i movimenti, senza alcuna resistenza; 
  • Maggiore precisione nei  compiti ripetitivi. 

Per qualsiasi necessità o richiesta di informazione non esitare a contattarci!  Compila il modulo qui sotto e un nostro esperto ti contatterà nel più breve tempo possibile.